domenica 31 marzo 2013

Il fallimento della rivoluzione ottusa a 5 stelle

Napolitano ha deciso: due gruppi di "saggi" per riforme che siano condivise dalla maggioranza del Parlamento e rilegittimazione del Governo Monti, ovvero dei tecnici. In pratica, un governo di larghe intese.

Ecco la grande rivoluzione del Movimento 5 Stelle: farci spendere 380 milioni di euro per fare delle elezioni, arrivare terzi avendo un peso fondamentale nella formazione del nuovo governo, rifiutare la fiducia (senza però interpellare gli elettori) ad un governo anche solo di scopo per cambiare legge elettorale, conflitto di interessi, frequenze tv e riduzione numero Parlamentari, dice "no" a tutto (probabilmente se lo dicono anche fra di loro) e il risultato qual è? Far risorgere Berlusconi nei sondaggi e al governo tenere Monti e i tecnici.

Anzi, ora oltre a loro ci sono pure i saggi. Ma tranquilli cari 5 stelle, non fatevi venire strane idee....

Certo, rispetto a prima c'è una differenza: un centinaio di Parlamentari (e non solo) che sparano ancora più assurdità rispetto a quelli di prima...Ma che questa volta hanno pure un'influenza...

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

3 commenti:

andrea silvestri ha detto...

ma finiscila di diffamare il m5s con accuse senza senso

Mattia Poletti (Rebel Ekonomist) ha detto...

io che dico la verità diffamo...quelli che invece mandano a fare in culo chiunque non la pensi come loro invece no.

giovanni ha detto...

grillini, dite sempre le stesse frasi VUOTE di contenuti e proposte. basta! C' è una crisi nera, siamo in recessione, c'è bisogno di FARE, dare risposte al paese.

Articoli che potrebbero interessarti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...