martedì 20 settembre 2011

S&P e taglio del rating NON a sorpresa





Così titola il Corriere oggi:

Debito, S&P boccia (a sorpresa) l'Italia
Il rating tagliato di un «notch», l'outlook è negativo: "Governo fragile, limitate capacità di risposta alla crisi"

Si legge poi (grassetti miei):

L'agenzia internazionale di rating Standard & Poor's ha annunciato, a sorpresa, la decisione di tagliare di un gradino, un «notch» in gergo, il voto sul debito pubblico italiano: il «rating» indica in sintesi la capacità di ripagare il debito pubblico da parte di un Paese. Standard and Poor's ha declassato il debito sovrano a breve e a lungo termine dell'Italia portandolo a «A» da «A+» e a «A-1» dal precedente «A-1+». Le prospettive future per l'Italia, spiega l'agenzia americana, sono per giunta «negative».

Ma come a sorpresa? Ma il giornalista (Paolo Ligammari) e soprattutto De Bortoli che permette ciò ci sono o ci fanno?


Abbiamo un governo che ha varato manovre su manovre una peggiore dell'altra, per lo più incentrate sull'aumento delle tasse (già altissime prima), poco sulla riduzione della spesa e sulle riforme che davvero servirebbero a questo paese per 1) salvarlo e 2) rilanciare la crescita (cosa che queste manovre non fanno, anzi).

Se a tutto ciò aggiungiamo i problemi cronici con la legge oramai di Silvio Berlusconi, il quale passa più tempo in tribunale e a casa sua a far festini che in parlamento a (cercare di) governare, siamo a cavallo.

Io non ne sono assolutamente stupito, anzi, (putroppo) aspetto anche il taglio di Moody e di Fitch. De Bortoli sarà sorpreso anche di quelli? E voi?

2 commenti:

Anonimo ha detto...

un refuso:
"Se a tutto ciò aggiungiamo i problemi cronici con la legge oramai di Silvio Berlusconi, il quale passa più tempo in tribunale e a casa sua a far festini che in tribunale a (cercare di) governare, siamo a cavallo."

IceMat89 (Mattia P) ha detto...

ops, grazie!

Articoli che potrebbero interessarti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...