sabato 15 ottobre 2011

Indignati? No ignoranti!




Oggi è la giornata degli "indignados", gli indignati in italiano, che oramai sono arrivati a Roma (ed in altre città) per protestare contro la situazione economica globale.

Non voglio parlare di quei delinquenti che stanno mettendo a ferro e fuoco Roma (vedi qui per questo) (ah, tra l'altro, cosa che succede solo qui da noi), ma di quelli normali e pacifici che, come soluzione alla crisi chiedono....di non pagare il debito!

Ricapitoliamo: dopo aver lanciato uova contro Moody's o peggio Bankitalia (l'unica ad aver fatto opposizione al governo), questi intelligentoni se la prendono con Draghi e con il commissariamento auspicando non le riforme che servirebbero al nostro paese ma de facto un fallimento.

Che bella soluzione. Poi cosa ci importa se più nessuno ci farà credito, se non avremo i soldi per pagare le pensioni, gli stipendi, per garantire i servizi fondamentali, se torneremo una nazione pre boom economico, se i risparmi di una vita dei vostri nonni se ne andranno in fumo, etc etc.


"Ma guardate l'Argentina" vi diranno, mostrando di nuovo la loro ignoranza, perchè l'Argentina è un paese che sta ancora oggi, a distanza di 10 anni, pagando le conseguenze del default (inflazione e mancanza di credito ad esempio, per non parlare della prostituzione avuta di ragazze/ine per le strade in quegli anni), nonostante (badate bene) le immense risorse che ha (Petrolio su tutti, che, in 10 anni, si è apprezzato e non poco) che sta tenendo a galla il paese e che noi NON ABBIAMO.

Se questi sono gli indignati italiani, io non voglio farne parte.

Che peccato davvero. Abbiamo i peggiori politici dei paesi occidentali...ma anche gli oppositori non scherzano mica..

4 commenti:

Baolian ha detto...

Ma che stai dicendo? I soldi per pagare le pensioni non ci sono più da un po' così come gli stipendi. Ma tu dove vivi? in finlandia? Gli indignati partono da un concetto molto semplice, le banche private non hanno saputo gestire miliardi di dollari investendo su titoli spazzatura. Questi incompetenti devono pagare, fallire e andare in galera.Ma le idee non si esauriscono qui come vuoi fare credere tu. La tua informazione fa accapponare la pelle.

Roberto Seven ha detto...

Se avessimo una banca centrale, si potrebbe tranquillamente sostituire il debito con moneta "fiat".
Se la avessimo, ma invece non la abbiamo ...

Mattia Poletti ha detto...

Baolian che c'entrano le banche con la crisi in Italia?? La colpa è solo dei politici, punto! Le banche (Bankitalia in primis) non c'entrano nulla!

E anche i titoli..il problema oggi sono i titoli di stato. Chi immaginava che titoli italiani e spagnoli fossero? In questa crisi le banche non c'azzeccano proprio..

Roberto intendi banca centrale italiana o è una critica alla BCE?

Nooo ! ha detto...

tranquillo!
credo che nemmeno gli indignati (o ignoranti come li chiami tu) vogliano avere a che fare con te !

Articoli che potrebbero interessarti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...